apple-a9-chip

Mentre le battaglie legali tra Samsung e Apple continuano spietate l’azienda della mela continua a comprare i processori dalla casa Koreana e il fenomeno sembra che si protrarrà ancora nel tempo

Apple e Samsung infatti, secondo un noto giornale Coreano, avrebbero stipulato un contratto pluriennale per la fornitura di processori per iPhone a 14 nanometri forniti a partire dal 2015.

Tuttò ciò di certo lascia un pò perplessi visto la “guerra” che i due colossi hanno in corso ma sicuramente per motivi di convenienza il patto sembra non sciogliersi e la forzata collaborazione continuare.

La notizia ha dell’incredibile visto sopratutto che Apple ha stipulato un altro contratto con TSMC, il più grande produttore al mondo di CPU per terzi per i processori della serie A8 degli A8X, stipula che quasi per certo sembrava essere la fine del rapporto di lavoro tra Apple e Samsung. Se invece la notizia della nuova stipula sarà veritiera a partire dal 2015 e quindi negli anni successivi Samsung comincerà a fornire processori A9 da 14 manometri, significa che l’accordo continuerà alimentato da un salto tecnologico, la circuiteria estremamente avanzata, ritenuto evidentemente più importante delle ragioni strategiche che starebbero dietro alla volontà di abbandonare per sempre il partner-nemico.

Unico grosso dubbio è quale sarà la sorte del contratto con TSMC che di certo non avrà durata di uno o due anni e quindi dal 2015 la mela morsicata avrà due fornitori, scelta strategica sicuramente voluta da qualcuno ai vertici della società e che nei prossimi anni svilupperà e capiremo il suo filo logico.

Resta quindi ancora la curiosa verità che vede l’iPhone far concorrenza agli smartphone Samsung con componenti della stessa Samsung anche se detta così sembra una sciocchezza ma a livello commerciale strategico si parla di grossi investimenti che sicuramente convengono a entrambe.

[via]