adblockplus-android

 

Google, grande esperto delle strategie di mercato, sa quanto impatto abbia la pubblicità. Per questo sta cercando di accordarsi con il celebre servizio Adblock Plus.

Grazie a questo accordo, sarebbe adesso possibile per gli utenti iniziare a visualizzare la pubblicità di Google durante la navigazione sul web, anche se si dispone di Adblock Plus installato, perché a quanto pare Google starebbe pagando all’AEPO una quota che gli permetterebbe di avere i propri annunci immessi nella cosiddetta “whitelist” del programma.

Google genera un sacco delle sue entrate attraverso la pubblicità, e Adblock Plus finora non faceva che inibire il colosso della ricerca dalla possibilità di fare ancora più soldi. Per mitigare il problema generato da Adblock, Google avrebbe così deciso di pagare all’AEPO, la società dietro Adblock Plus, perchè vengano visualizzati i propri annunci.

L’importo che Google starebbe pagando all’AEPO per l’inserimento nella White List è sconosciuto, ma sicuramente Google guadagnerebbe molto di più da questo accordo. Adblock Plus è un’estensione gratuita per Chrome e Firefox, e secondo l’AEPO ci vuole un sacco di lavoro per mantenere il plugin popolare. “La gestione di questa lista richiede una notevole quantità di sforzo da parte nostra e questo compito non può essere interamente assorbito da volontari” secondo le FAQ dell’AEPO sugli annunci accettabili.  La White List di Adblock Plus per gli annunci accettabili è in vigore già da un bel po’, e sta diventando sempre più uno strumento sfruttato dalle aziende, dietro pagamento.

Leggi anche:  WhatsApp: allarme rosso per l'app scaricata 1 milione di volte dal Play Store

Tutto questo però andrebbe contro il reale significato delle White List, non credete?

[Via]