Huawei
ci vuole stupire facendo risolvere al suo terminale, il nuovo Ascend P6, il cubo famosissimo cubo di Rubik. Il Huawei Ascend P6 non solo è sottile 6.18 mm, ma dispone anche di un potente processore quad-core da 1.5 Ghz proprietario, il K3V2. Per mostrare le sue potenzialità, lo smartphone viene ripreso mentre risolve il cubo di Rubik. Per fare ciò utilizzà una macchina costruita dall’ingegnere David Gliday, la Lego Mindstorms, la quale svolge i passi dettati dall’Ascend P6. Gliday ci spiega come funziona il processo: la fotocamera frontale è impiegata per scattare foto di ogni lato del cubo, dopodichè inizia a lavorare su una soluzione utilizzando un algoritmo. L’ingegnere dice che il processore quad-core e i 2GB di RAM si uniscono per aiutare a risolvere il problema, mentre la connessione Bluetooth permette al telefono di comunicare con la Lego Mindstorms, che ha anche un processore basato su ARM all’interno. Con il Huawei Ascend P6 come suo cervello, la Lego Mindstorms risolve il cubo in sole 49 mosse. Ecco il video:

via