Amoled-blog

Potrebbero esserci ritardi nella produzione di display flessibili da parte di Samsung Display, la divisione del colosso coreano che si occupa della realizzazione dei display OLED flessibili.

La notizia è ancora più negativa in quanto la stessa divisione della concorrente LG sembra essere in vantaggio sui tempi della produzione di massa. Infatti da LG Display arrivano notizie della volontà di iniziare la produzione di massa dei display flessibili OLED entro la fine dell’anno. Nonostante Samsung abbia mostrato questa nuova tecnologia al CES 2013 è in forte ritardo sui tempi previsti. Da un punto di vista commerciale sarebbe un duro colpo per Samsung che si è sempre vantata, giustamente, di essere uno dei pionieri nella tecnologia della visualizzazione.

I pannelli YOUM sono pieghevoli, ma è probabile che il primo prodotto ad utilizzare tali schermi sarà rigido. Un display di plastica a base AMOLED sarà infrangibile, più leggero e anche più sottile rispetto ad uno di vetro a base OLED.

Questa potrebbe essere una notizia molto cattiva per Samsung Display e i suoi azionisti. Samsung ha attualmente più problemi interni. Il nuovo processore Exynos Octa-core di Samsung si trova ad affrontare diversi problemi e la loro divisione cellulare è sotto pressione a causa della costruzione dei recenti, troppi, dispositivi.

Se LG Display batte Samsung Display con il primo display flessibile, dovremo vedere la reazione del mercato in quanto Samsung ha dalla sua un grande marketing che l’ha portata, grazie anche ad Android, ad essere il primo produttore al mondo di smartphone, quindi un ritardo nella produzione potrebbe anche non comportare effetti poi così negativi. Tutto dipende dal ritardo, dalla qualità dei display flessibili di LG e dalla qualità e caratteristiche di quelli Samsung.

Comunque è ancora tutto da vedere, Samsung potrebbe sorprenderci con una presentazione dei display flessibili quando meno ce lo aspettiamo.

via