Samsung-Galaxy-S4

Il nuovo top di gamma della Samsung il Galaxy S4 non è certo uno smartphone che si può liquidare in un’unica recensione.

Questo è dovuto al fatto che Samsung ha voluto distinguere questo suo ultimo device più che per l’aspetto estetico, molto simile all’S3, per le caratteristiche software di cui abbonda e per le quali occorrono focus particolarizzati.

Ed è proprio il caso di questo articolo che si occuperà del sistema satellitare di questo smartphone, ma che può riguardare in generale qualunque altro. I sistemi utilizzati dal Samsung Galaxy S4 sono due, uno, russo, è il cosiddetto GLONASS (GLObal NAvigation Satellite System) che vuol dire sistema satellitare di navigazione globale e l’altro, USA, è il GPS (Global Positioning System) che significa sistema di posizionamento globale.

Quali sono le differenze e perché il Samsung Galaxy S4, e non è il solo, utilizza entrambi questi sistemi?

Per capirlo dobbiamo capire come funzionano i sistemi satellitari in generale, senza entrare troppo nel dettaglio. I satelliti ruotano intorno alla terra su diversi piani orbitali e ciascun piano ospita un diverso numero di satelliti, 8 nel caso di GLONASS e quattro nel caso del GPS. Quattro è il numero minimo per consentire il rilevamento della posizione con un errore minimo, parliamo di centimetri. In entrambi i casi in orbita si trovano 24 satelliti, nel primo caso su tre orbite (GLONASS) e nel secondo su sei orbite (GPS). Poi il sistema GPS ha altri sei satelliti che possiamo definire di riserva nel caso di cattivo funzionamento o vero e proprio guasto di uno di quelli principali. Entrambi i sistemi si trovano a circa 20 Km di altezza.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S9, le ultime notizie aggiornate ad oggi

Una precisazione prima di proseguire è d’obbligo. Non fate riferimento ai vecchi sistemi GPS che  avevano nel calcolo della posizione un “errore” pre-impostato per ragioni di sicurezza, oggi questo “errore” non è più presente.

Come dicevo con quattro satelliti è possibile trovare la posizione del dispositivo satellitare sulla terra, ovviamente con otto la misura è ancora più precisa. A questo punto mi sembra anche superfluo dire che con ben 12 satelliti è praticamente impossibile sfuggire ai satelliti. Ecco questo è il sistema di posizionamento utilizzato dal Samsung Galaxy S4.

Quindi se avete qualcosa da nascondere vi sconsiglio di acquistare il Samsung Galaxy S4 in quanto sareste facilmente rintracciabili in qualunque parte del globo.

Ora, a parte gli scherzi, vediamo quali sono i vantaggi nell’utilizzo di entrambi i sistemi.

  • Risparmio nei tempi di acquisizione
  • Precisioni più accurate
  • Maggiore produttività in fase di rilievo specialmente nei casi in cui ostacoli naturali (alberi, case, ecc.) limitino l’apertura al cielo e quindi la ricezione dei segnali.

Per non tediarvi ulteriormente concludo dicendo che se avete dubbi o domande non esitate a porle siamo ben lieti di rispondervi.

Cosa ne pensate del Samsung Galaxy S4 e del suo sistema satellitare?