robocop google glassTaser International la società che ha fatto conoscere al mondo l’utilizzo delle pistole elettriche da parte delle forze di polizia si trova ora a inserire nella fase sperimentale i tanto chiacchierati Google Glass per la possibilità di utilizzo nella vita reale.

Rick Smith, il CEO della società conferma che Taser è stato accettato nel programma di Google Glass Explorer ed è impaziente di provare e sperimentare questa nuova tecnologia

Lo scorso anno la società ha presentato la sua Axon Flex Camera, una sorta di videocamera da applicare agli occhiali degli agenti in grado di registrare le prove durante un incidente o qualsiasi operazione di polizia e in contemporanea di inviare tutti i dati via bluetooh a un dispositivo Android o Iphone e direttamente in streaming direttamente sul cloud di Taser, evidence.com.

<iframe width=”640″ height=”360″ src=”http://www.youtube.com/embed/8WSd6aV6aSc?feature=player_embedded” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Alla luce di quanto appreso quindi ci aspettiamo una “fusione” tra i due progetti in modo da poter, come dichiarato dallo stesso Smith, in un prossimo futuro vedere agenti che possono con l’ausilio di questi terminali possano riconoscere la targa del veicolo con i relativi dati, il numero di patente e il riconoscimento facciale dei criminali.

Leggi anche:  Google potrebbe assorbire Nest nella propria divisione hardware

L’unico limite a tutto ciò per adesso sembra essere la batteria poco duratura dei terminali ma in un prossimo futuro ci aspettiamo quindi di vedere agenti più simili a degli automi futuristici che a normali persone preposte per mantenere l’ordine pubblico. Di certo speriamo che tecnologie di questo genere possano evitare e ridurre eventi tragici e stragi come quella successa a Boston solo pochi giorni fa.

[Via]