liquid_01

 

 

L’HTC One è il nuovissimo top di gamma HTC, che già molto ha fatto parlare di sè per le straordinarie caratteristiche. C’è chi, però, non si è accontentato e ha voluto provare a spingere lo smartphone oltre i propri limiti.

E’ proprio questo l’ultimo esperimento di modding fatto sul già potente HTC One, esperimento che ha interessato  proprio le caratteristiche hardware del device.

Queste sarebbero state portate, grazie alla pratica dell’overclocking, ad un livello del tutto nuovo. Grazie infatti a degli accorgimenti software, è stato possibile far funzionare oltre le specifiche di base i componenti dello smartphone. In particolare è stato sottoposto al test il processore SoC Qualcomm Snapdragon 600, del quale sono state testate le performance massime.

liquid_05

Nel benchmark 3DMark si è riscontrato un miglioramento intorno al 10%. Il punteggio ottenuto, infatti, è stato pari a 11585 punti, mentre alle frequenze di funzionamento di base, il device totalizza circa 10.000 punti. La frequenza di funzionamento dei quattro core è stata bloccata a 1728 Mhz.

Leggi anche:  HTC mette in mostra quello che dovrebbe essere il suo prossimo flagship, l'U12

Per fare questo test si è utilizzato un sistema di raffreddamento molto professionale. La scocca in alluminio dell’HTC One è stata infatti raffreddata ricorrendo all’azoto liquido. Il test si è rivelato sicuramente scenografico, considerati gli effetti dell’azoto liquido nel contenere il calore, che potete vedere nelle foto qui sotto.

liquid_01

liquid_04

liquid_03

liquid_02

Niente male, vero?

[Via]