Facebook Tracking

 

Già tempo fa Facebook aveva introdotto, con conseguenti numerose critiche, una funzione per localizzare i posti in cui erano stati gli amici. Ora però ci riprova, dichiarando di essere al lavoro su un nuovo progetto.

Il famosissimo social network di Mark Zuckerberg ha spesso fatto molto parlare di sè per le preoccupazione degli utenti riguardo la loro privacy. Un altro motivo per preoccuparsi potrebbe essere questo nuovo progetto su cui si starebbe attualmente lavorando, che permetterebbe di tracciare gli spostamenti dei propri amici.

Già lo scorso anno, Facebook aveva lanciato un’applicazione chiamata “Trova gli amici nelle vicinanze“, che permetteva di venire a conoscenza di dove e quando gli amici si erano trovati nelle vicinanze. Una settimana dopo il lancio, però, numerosi reclami hanno causato la rimozione dell’app, accusata di poter essere strumentale agli stalker.

Ora arriva da Bloomberg una nuova dichiarazione, riguardo al fatto che il social networking starebbe di nuovo lavorando su un’altra app che permetterebbe di sapere dove si trovano gli amici. Questa volta l’applicazione non sarebbe più solo un test, come dichiarato per la funzione “Trova gli amici nelle vicinanze”, ma una vera e propria applicazione, che funzionerebbe in background.

La nuova applicazione dovrebbe essere lanciata a metà del mese prossimo e potrebbe aiutare Facebook a vendere annunci mirati in base alla posizione giornaliera degli utenti.

Il team che sta dietro all’applicazione Facebook è guidata da Peter Deng e comprende degli ingegneri di Glancee, una startup di localizzazione e tracking che ha acquistato a Maggio. Inoltre nel mese di dicembre 2011, Facebook ha anche acquisito Gowalla, un social network basato sulla localizzazione. Così la squadra per il progetto è a posto, e a noi utenti non resta che iniziare a preoccuparci ulteriormente per questi sviluppi del social network, ormai in procinto di diventare sempre più “l’occhio del Grande Fratello” costantemente puntato su di noi e sulle nostre attività, su Facebook e non.