apple-samsung-183696

 

La battaglia tra Apple e Samsung è andata avanti per un bel po’ di tempo ed Apple ha vinto, negli scorsi mesi, un’importante causa contro Samsung per delle significative violazioni di brevetto.

E’ partita, adesso, la punizione nei confronti di Samsung.

 

L’azienda sudcoreana, secondo la sentenza giudiziale, ha infranto volontariamente almeno tre brevetti dell’avversaria Apple (mentre quest’ultima è stata liberata da qualsiasi accusa).

Di recente, tra il pubblico, si è fatto strada un documento redatto sul caso giudiziario, e in esso troviamo delle raccomandazioni del giudice Pender per l’azione punitiva contro Samsung.

Di certo non sono buone notizie per l’azienda coreana, che si trova così a rischiare di dover utilizzare l’88% dei ricavi delle vendite di telefoni per pagare la violazione.

Secondo FOSS Patents, un blog dedicato alla tutela dei brevetti di software, il giudice Pender ha formulato le seguenti raccomandazioni:

  • un divieto di importazione per gli Stati Uniti che sarebbe entrato in vigore dopo i 60 giorni del periodo di revisione del Presidente, a seguito di una decisione definitiva ITC,
  • un ordine di cessazione di vendita di tutti i quantitativi commercialmente rilevanti dei prodotti accusati negli Stati Uniti (questo rimedio è stato negato contro HTC)
  • l’obbligo di trasferire ad Apple l’88% del valore di tutti i telefoni cellulari, il 32,5% del valore di tutti i lettori multimediali, e il 37,6% del valore di tutti i tablet computer, accusati di aver infranto la violazione dei brevetti.

Secondo FOSS Patents, è molto probabile che le raccomandazioni saranno rese effettive.

E’ davvero un peccato vedere quanto impegno mettano queste due aziende nel beccarsi l’una con l’altra, quando invece potrebbero utilizzarlo molto più utilmente per occuparsi delle esigenze di noi consumatori, troppo spesso insoddisfatti.