Le ostilità nel mondo tecnologico non sono mai mancate (vedi battaglia legale Apple-Samsung). La Cina ha infatti deciso di bandire dal suo mercato l’Asus Nexus 7.  L’Asus non vedrà il proprio dispositivo commercializzato proprio nella sua terra più precisamente a Taiwan . Qual’è il motivo di tanta ostilità?

Google, nel 2010, abbandonò ufficialmente la Cina in quanto il Governo Cinese aveva imposto delle restrizioni al colosso di mountain view di censurare dei contenuti “pericolosi”, Google non ha accettato la logica della censura, e ha deciso di abbandonare il progetto Cina

Il Governo Cinese, memore di questo episodio, ha sbarrato le vendite del Nexus 7 con lo scopo di colpire Google attuando così la propria vendetta personale.

Molti però vedono un altro motivo alla base di questa scelta. Per salvaguardare l’economia dei tablet low-cost prodotti prevalentemente in Cina, sarebbe vivamente sconsigliato aprire le porte a un prodotto “ufficiale” e a un prezzo molto contenuto.

 

 

Se si dovesse prospettare questa scelta, Google dovrà rivedere le pianificazioni di vendita. Infatti se il Tablet Nexus verrà escluso dal mercato cinese, ci saranno almeno 4 milioni di tablet in meno.