Il problema dell’autonomia della batteria sui terminali Android riguarda un pò tutti. Se la vostra batteria dura poco, noi di tecnoandroid dispenseremo dei piccoli accorgimenti che se attuati permetteranno di godere di parecchie ore in più di autonomia.

Se siete frustrati da tutte quelle volte che siamo costretti a collegare il caricabatterie; è bene sapere quali tipi di applicazioni e attività mangiano la carica della batteria, in modo da poter decidere se l’esecuzione di un applicazione ne vale o meno la pena. Quindi la domanda è: Come far durare di più la batteria del nostro Smartphone Android? Quali trucchi usare? Come aumentare la duratala della batteria Android? Quali trucchi per ottimizzare la batteria?


Utilizzare il GPS con saggezza:
il GPS usa la batteria senza pensare al dopo. Il widget di controllo dell’alimentazione è utile per attivare e disattivare il GPS con un tocco, in questo modo si dovrebbe tenere d’occhio la barra di notifica: un’icona apparirà ogni volta che il GPS è attivato.

 

 

Disattiva posizionamento di rete wireless: il dispositivo (se lo autorizziamo) può venire a sapere la nostra posizione tramite triangolazione di reti senza fili, questo richiede meno batteria rispetto all’ uso del GPS. Ma usando entrambi i metodi contemporaneamente la batteria si consuma più rapidamente. Inoltre, il posizionamento di rete wireless viene utilizzato per raccogliere dati anonimi sulla posizione e questo impoverisce ulteriormente la carica della batteria . È possibile disattivarlo da Impostazioni> Servizi di localizzazione> Servizio localizzazione Google.

 

 

Disattivare Bluetooth quando non è in uso: Sicuramente vi apparirà come un suggerimento ovvio, ma è sempre meglio ripeterlo. Per una buona resa della batteria bisogna disattivare il Bluetooth quando non lo si utilizza. Il modo più rapido per attivare e disattivare Bluetooth avviene tramite un widget sulla vostra Home.   Spegnere Wi-Fi, o tenerlo sempre attivo Se siete nei pressi di una linea WLAN, con connessione Wi-Fi sempre accesa può essere favorevole da un punto di vista della batteria, in quanto la radio Wi-Fi utilizza meno batteria rispetto alla rete 3G. E quando la connessione Wi-Fi è attiva, dobbiamo spegnere il 3G. Attivare e disattivare il Wi-Fi non è salutare per la nostra batteria. È possibile verificare la connessione Wi-Fi andando in Impostazioni> reti wireless D’altra parte, se non sei vicino a un forte segnale Wi-Fi per lunghi periodi di tempo, è meglio disattivare la connessione Wi-Fi da un widget homescreen o da Impostazioni> Reti Wireless> Wi-Fi

Togliete il 3G se il telefono spesso fatica a trovarlo se il vostro Smartphone Android fatica ad agganciarsi a una tipologia di segnale, esso causa consumi inutili alla batteria. Se il telefono passa spesso da GSM e 3G, può essere preferibile disattivare semplicemente il 3G del tutto. Vai a Impostazioni> Wireless e reti>Altro…> Reti mobili> Modalità di rete> solo GSM.

 

 

Utilizzare un timeout Dopo un certo periodo di inattività, lo schermo si spegne automaticamente, e questo è il Timeout dello schermo, il quale è un toccasana per la nostra batteria. Utilizzando un valore basso come 15 secondi può essere fastidioso doverlo ripetutamente sbloccare, un minuto è invece probabilmente troppo lungo. Il consiglio è di 30 secondi. È possibile modificare questa opzione da Impostazioni> display> Sospensione

 

 

 

Utilizzare i widget Saggiamente Si sà, i Widget sono belli e a volte davvero utili. La maggior parte dei widget avrà solo un effetto trascurabile sulla durata della batteria, ma ci sono dei widget che per poter funzionare hanno bisogno di interfacciarsi sistematicamente a internet, riducendo in questo modo l’autonomia.

 

Evitare temperature estreme . Le Batterie si basano sulla chimica di base e finiranno più velocemente a temperature estreme. Prova a caricare e utilizzare la batteria a temperatura ambiente, e cerca sempre di evitare temperature desuete.

 

 

 

Variare la luminosità dello schermo sarebbe sempre preferibile impostare la luminosità automatica del display, in maniera da adeguare la luminosità del display a seconda della luminosità, grazie al sensore di prossimità lo smartphone si renderà subito conto se ci troviamo esposti in piena luce solare o se invece ci troviamo in condizioni di luce debole. A seconda delle condizioni varia la luminosità. ( Impostazioni> display> Luminosità ) . Se il telefono non ha questa opzione, impostare un valore ragionevole di circa il 30% e verificare se tale luminosità vi aggrada.

 

 

Lo Sfondo animato userà più potenza di uno sfondo statico gli sfondi dinamici sono sicuramente più belli da vedere rispetto a quelli statici. Ma, ovviamente, a farne le spese è la vostra batteria, anche se evidentemente non così tanto come si potrebbe pensare. Ma è sempre meglio impostare sfondi non animati.

 

 

Dispongo di un display AMOLED? Uno sfondo scuro risparmierà la batteria ogni pixel genera luce propria, se il pixel dovrà trasmettere colori vivaci, la batteria verrà assorbita più velocemente. Quindi consigliamo di preferire sfondi scuri a quelli chiari.

 

Utilizzare intervalli ragionevoli per gli aggiornamenti automatici La maggior parte delle applicazioni si connettono a Internet e molte di esse necessitano di aggiornamenti successivi al lancio per potersi rinnovare. Abbassando gli intervalli di aggiornamento, o addirittura spegnendoli completamente, si può sicuramente far durare la batteria più a lungo. Vi sono poi applicazioni come Facebook, Twitter Gmail che richiedono una continua sincronizzazione con il proprio Smartphone. (IMPOSTAZIONI> Account e sincronizzazione).

 

 

Consultare il Livello della Batteria Android consente di monitorare lo stato della nostra batteria, il tutto è corredato da un grafico che ci spiega l’andamento del consumo. Inoltre è possibile visionare i file di sistema e le applicazioni che prosciugano la nostra batteria. Ci possiamo accorgere di eventuali programmi che consumano in maniera anomala il consumo. In questo caso sarebbe meglio evitare un uso intenso del programma in causa. (Impostazioni> Info sul telefono> Batteria> Batteria utilizzare).

 

 

E’ inoltre consigliato di rimuovere i programmi in esecuzione che momentaneamente non usiamo, in modo da alleggerire la Ram e quindi ridurre il consumo oltre che aumentare la fluidità del sistema. (premendo il tasto menù /home vi compariranno i programmi in esecuzione, non dovete fare altro che trascinarli verso destra o verso sinistra per toglierli)

Nel caso in cui non si vuole tenere tutto questo in mente, un app come JuiceDefender è una buona opzione, permettendoti (a detta di molti utenti) di risparmiare fino al 50% di batteria.