Con l’avvento di Android, Nokia ha conosciuto il torpore di una  fase di declino. Fino a qualche anno fa l’azienda finlandese aveva capitalizzato il mercato della telefonia mobile, soprattutto grazie alla forza del Sistema Operativo in uso, ovvero il Symbian.

Ma si sà, il mercato si vivacizza di continui cambiamenti, e se non si ha la capacità di rinnovarsi, si può finire nel baratro da un momento all’altro. Proprio questo epilogo è toccato a Nokia, un’azienda ben consolidata nel mercato dei cellulari, che proprio per non essersi voluta adeguare alle esigenze del mercato è rimasta esclusa (o quasi) dal settore degli smartphone.

Forse il quadro fin qui dipinto può sembrare a tonalità molto scure e drammatiche, ma la realtà non è molto lontana da questa. Con l’evoluzione di Android e Ios, l’azienda finlandese è rimasta a guardare, puntando imperterrita sul suo sistema operativo madre: il Symbian, che non è riuscito più a reggere il confronto con i concorrenti, che smartphone dopo smartphone hanno conquistato fette sempre più grandi del crescente mercato mobile.

Nokia in questi mesi, ha cercato di porre rimedio come meglio poteva, l’ultima strategia attuata dell’azienda finlandese è stata quella di stringere un’ alleanza con Microsoft. Abbiamo quindi assistito alla formazione di un nascente sistema operativo mobile, il Lumia. Nokia si è subito resa conto che non serve solo avere grossi patner al suo fianco, ma occorre anche avanzare strategie di marketing mirate, tese a convincere quei milioni di utenti che in questi anni sono migrati verso altri sistemi operativi (Rim, IOs, Android).

Leggi anche:  WhatsApp: arriva una fantastica notizia per i possessori di vecchi smartphone

La dichiarazione di Nokia per mezzo di twitter, ha dimostrato che Nokia ora non vuole rimanere di certo a guardare, con il suo Lumia Windows Phone 8, si prepara a fare guerra ai concorrenti che gli hanno impedito di imporsi come faceva un tempo. Nokia ha pubblicato sulla pagina di Twitter : “Colazione a New York in un giorno molto importante per noi. Oggi faremo colazione a base di Jellybean”. Il riferimento è diretto all’ultima release del sistema operativo Android (Jelly Bean: le caramelle da cui Google ha tratto ispirazione) che, evidentemente Nokia ritene di poter competere in quella che, appare la sfida più importante del produttore finlandese. Ricordiamo che Android per le sue versioni si ispira ai nomi di dolci come dichiarato dal team di Google.

“È una sorta di questione interna al team, e preferiremo restare un po’ – non so come spiegarmi – imperscrutabili a riguardo. Mi limiterò a dire che per ovvie ragioni le release di Android si riferiscono a nomi di dessert, e vengono rilasciate, in genere, in ordine alfabetico.”

Vedremo quindi se la colazione tanto pubblicizzata da Nokia sarà energica e salutare oppure indigesta.