Penso che molti di voi conoscono già Google Wallet, anche se  questo servizio non è ancora disponibile in Italia; è interessante la notizia che arriva dagli Stati Uniti: dopo l’ultimo aggiornamento, Google Wallet fa richiesta all’utente dei permessi di root.

In questo nuovo aggiornamento non c’è stata alcuna novità, da giustificare una simile richiesta, spesso chi ha acconsentito premendo sul tasto “Allow” si è trovato con l’applicazione inutilizzabile. Molti pensano che Google voglia sapere quante persone utilizzano il superuser sul proprio smartphone e bloccare loro l’accesso all’applicazione.

In passato fu trovata un difetto in Wallet proprio attraverso i permessi di root, quindi quello di Big G potrebbe essere solamente un controllo. Rimaniamo in attesa di eventuali comunicazione da parte di Google, e soprattutto dello sbarco di Wallet anche in Italia.

Leggi anche:  Sony attenta a Meltdown e Spectre: rilasciate nuove patch di sicurezza