Temple Run è una delle ultime killer app. Questa definizione si addice ad una applicazione che ha avuto un successo enorme in tempi brevissimi. Prima pubblicato su iOS, e poi dopo tanta richiesta su Android, questo semplice gioco ha avuto e ha tuttora un successo immenso. Solo su Android ha totalizzato più di 10 milioni di download in nemmeno un mese.

Eppure il suo successo sta proprio nella sua semplicità. Vediamo come.

Temple Run è sviluppato da Imangi Studios, una squadra di sviluppatori che su iPhone ha un enorme successo, con anche altri titoli che su Android non sono stati ancora portati.

Il gioco è semplice: c’è un personaggio che fugge da un tempio (appunto, temple run) ed è inseguito da esseri che presumo siano scimmie. Il personaggio corre come un forsennato, automaticamente. Durante il percorso ci sono vari tipi di insidie: buchi, alberi, fiamme. Vanno tutti schivati per proseguire la fuga, che continua all’infinito. Durante il percorso ci sono monete che permettono di aumentare punteggio. La velocità del personaggio aumenta man mano che si procede.

GRAFICA & SUONO

La grafica è scarna. Questo permette al gioco di essere supportato da molti device, anche un po’ datati. Sicuramente si può fare di meglio, le animazioni dei personaggi sono davvero goffe. Ho notato che però la grafica su iPhone è la stessa. Quindi senza infamia e senza lode.

La musichetta di sottofondo dopo un po’ stanca, infatti io gioco sempre con il volume a 0. E’ simpatica, ma molto ripetitiva. Gli effetti sonori sono ben fatti.

GIOCABILITA’

Anche se all’inizio il gioco può sembrare ripetitivo le combinazioni di trappole sono tantissime, e la longevità è di fatto infinita. E’ bastato giocarci 5 minuti per diventare dipendente da questo gioco.

Progredendo nel gioco, e cioè facendo sempre più punti, è possibile sbloccare dei bonus, o power-up: punti extra, turbo, invisibilità, calamita attira monete.

Sono disponibili anche altri personaggi che possono sempre essere sbloccati pagando una somma di monete. I personaggi non hanno nessuna peculiarità, cambiano solo nell’aspetto fisico.

E’ anche possibile acquistare bouns speciali, come il potere di resuscitare. Consiste in delle ali, che vanno attivate con un doppio tocco sul personaggio. Per 30 secondi, se cadrete in un fosso o scontrerete contro qualcosa resusciterete e non perderete la partita. Non male, no?

 

CONCLUSIONI

Un gioco ben fatto, divertente e soprattutto che crea dipendenza. Sicuramente una grafica migliore e qualche trappola diversa farebbero piacere.

Temple Run è disponibile gratuitamente sul Play Store, senza alcuna pubblicità nel gioco. Correte a scaricarlo e fateci sapere cosa ne pensate!

[app]com.imangi.templerun[/app]