Motorola Razr è sicuramente un device apprezzatissimo dell’attuale panorama smartphone, e offre caratteristiche tecniche davvero molto complete ed importanti. Come se la cava contro uno dei nuovi top gamma di HTC?  Scopriamolo in questa sfida!

Partiamo dal Display:

I due smartphone in questo campo sono veramente simili, per non dire identici. Entrambi adottano un display da 4.3”, ed entrambi utilizzano la tecnologia SuperAmoled e una risoluzione qHD da 960x540p (256dpi): tuttavia l’effetto che regalano non è lo stesso.

I colori di Razr sono molto più saturi, e i bianchi risultano molto più “azzurrini” rispetto a quelli che si hanno su One S.
Sull’HTC inoltre si ha un’effetto di galleggiamento delle immagini sopra il display (notate bene l’utilizzo di “sopra” anziché “sotto”), il che lo rende molto, ma molto più bello da vedere.

Una sfida pressocchè pari, ma con un punto a favore dello smartphone taiwanese proprio per questo plus.

Hardware:

A livello di processore i due device invece sono molto diversi, con l’adozione di una CPU TI OMAP dual core a 1.2Ghz da parte di Razr, e un Qualcomm Snapdragon S4 dual core a 1.5Ghz da parte di One S.

Il processore del Motorola è molto potente e prestante, ma nulla a che vedere con l’S4 di One: esso è infatti molto più forte, grazie alla nuova tipologia di architettura Krait, e al processo produttivo a 28nm che permette un consumo di energia decisamente inferiore. Non c’è sfida, One S su questo lato stravince.

Entrambi i telefoni poi dispongono di 1Gb di memoria RAM, 16Gb di memoria di massa, connettività completa, bluetooth, fotocamera anteriore e fotocamera posteriore da 8Mpx.

La fotocamera di One S tuttavia è superiore, e riesce a regalare scatti migliori grazie ad un’ottica con apertura focale F/2.0, un sensore BSI per il miglioramento delle foto con luce scarsa, e al chip ImageSense che permette scatti rapidissimi senza perdita di qualità. Anche quella di Razr è molto buona, ma è lontana da quello che offre il dispositivo taiwanese.

Software:

HTC One S si presenta al mercato con a bordo l’ultima versione di Android, la 4.0.3, personalizzata con la nuovissima interfaccia Sense 4.0. Razr invece è ancora fermo alla versione 2.3.7 di Android, e aspetta l’upgrade alla nuova versione entro il Q3 2012. È inoltre personalizzato con la nuova interfaccia proprietaria di Motorola, molto diversa dalla precedente Motoblur, più leggera e prestante.

Leggi anche:  Chuwi SurBook Mini: la recensione del clone perfetto di Surface Pro

Nonostante il miglioramento l’interfaccia di Razr è ancora molto indietro rispetto all’esperienza offerta dalla Sense, molto più completa sia per quel che riguarda le funzioni, i widget e i servizi, che per quello che riguarda l’estetica. La Sense è una bellezza da vedere e utilizzare, e in questa nuova 4.0 raggiunge un grado di fluidità e velocità davvero ai massimi livelli.

Design e Materiali:

Le filosofie di forme in questi due device sono molto differenti: troviamo linee sinuose ed eleganti su One S, mentre linee più marcate, tagliate e sexy su Razr. Molto belle tutte e due, e sicuramente di grande effetto.

Per i materiali troviamo un resistentissimo Kevlar per il Motorola, mentre due varianti per l’HTC, che sarà in policarbonato nella versione bianca e in alluminio trattato per sembrare ceramica nella versione nera. Entrambi gli smartphone sono quindi resistentissimi, e davvero ben assemblati: promossi assolutamente entrambi.

Unica nota dolente: l’ergonomia. One è molto comodo, sottile ed ergonomico, con un’ottima bilanciatura; Razr invece è molto sbilanciato verso l’alto, dove appunto si trova la parte spessa della fotocamera: tutto il resto è spesso solo 7mm, il che lo rende scomodo da tenere in mano. Le dimensioni inoltre sono esagerate per un display di quella grandezza, e molto spazio risulta inutilizzato ed ingombrante.

Conclusioni Finali:

Razr è un prodotto ancora ottimo, che vanta buonissime prestazioni e un design davvero molto intrigante. Però non riesce a reggere il confronto con One S, che riesce a prevalere praticamente in tutto, anche dove teoricamente sarebbero uguali (come il display).

Il vincitore è certamente l’HTC.

Nota: se volete procedere all’acquisto di One S ricordiamo che su Expansys.it potrete acquistare il device in versione Europa, che costa la bellezza di 100€ in meno rispetto alla versione Italiana. È il telefono che viene venduto anche negli altri Stati europei, e quello che cambia è solo la garanzia: quella italiana dovrebbe assicurare maggior velocità nel caso lo dobbiate mandare in assistenza, ma al lato pratico non cambia nulla rispetto a quella europea. Spendere 499€ invece che 599€ è sicuramente un vantaggio.