Oggi Google ha annunciato qualcosa di incredibile: Google Maps sul NES.

Nintendo Entertainment System (NES) è una console a 8 bit lanciata da Nintendo nel 1983 per la prima volta in Giappone e nel 1986 nel resto del mondo.

Parliamo quindi di un era fa, l’8 bit. Google ha voluto riscoprire questa stupenda console per poterci usare Google Maps. Come? Ha sviluppato una cartuccia speciale con connessione ad internet, ha convertito le mappe “in 8 bit” allo stile NES.

Sono rimasto senza parole per il lavoro fatto. Oltre a poter trovare posti è possibile anche ottenere “indicazioni” da una città all’altra. Tutto accompagnato di una musichetta eccezionale.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=rznYifPHxDg’]

La cartuccia sarà disponibile a breve. Nell’attesa è possibile usare Google Maps in modalità 8 bit andando qui. Sembra uno dei progetti più incredibili mai intrapesi da Google...

Un attimo però: oggi è il primo Aprile!

Voi ci avevate creduto? Io per un attimo sì.

Ormai è tradizione Google sfornare ogni anno pesci d’aprile realizzati in maniera certosina.

Non è l’unico pesce d’aprile di quest’anno, i bontemponi di Google si sono impegnati parecchio stavolta!

Leggi anche:  Google Bulletin, l'app Android per essere sempre aggiornati

Ed ecco a voi Google Fiber! (Fibra di Google) Come dice Ben Segura, il presentatore di questo nuovo video, Google si è impegnata a sviluppare un nuovo tipo di Fibra, differente da quello che tutti gli americani vorrebbero nelle loro case per andare 100 volte più veloci sul Web. Google Fiber è una specie di integratore (??) per sportivi, composto di fibre: permette di avere prestazioni sportive incredibili, e lo testimoniano sia sportivi che medici.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=re0VRK6ouwI’]

Lo scherzo del NES è forse uno dei meglio realizzati di tutti i tempi. Google nei suoi pesci d’aprile ha sempre presentato l’estensione di prodotti o servizi già esistenti. L’anno scorso era stato presentato Gmail Motion, che permetteva di interagire con Gmail senza l’uso di tastiera e mouse: una idea un pò strampalata, ma non vi ricorda il Kinect? Due anni fa Google presentò un traduttore istantaneo per animali. Sicuramente divertente ma poco credibile.