Da settimane ormai ne sentiamo parlare, e finalmente LG è uscita allo scoperto presentando ufficialmente il nuovissimo LG Optimus Vu.

Questo enorme smartphone, se ancora di smartphone possiamo parlare, è stato svelato in anticipo da LG, che non è riuscita ad aspettare il MWC per presentare quello che è il primo device al mondo che va direttamente a scontrarsi con il Samsung Galaxy Note.

Optimus Vu è mosso da un potentissimo processore Qualcomm Snapdragon dualcore da 1.5Ghz, con 1Gb di RAM e ben 32Gb di memoria interna. Ma la caratteristica più importante è il suo enorme display da 5″ IPS, con una risoluzione in alta definizione da 1024x768pixel, e un’insolito aspect ratio da 4:3 che rende il dispositivo molto più simile ad un mini-tablet che ad uno smartphone.

Tra le altre caratteristiche troviamo una fotocamera posteriore da 8Mpx, una anteriore da 1.3Mpx, uno spessore di soli 8.5mm e una capiente batteria da 2.080mAh.

Per ultimo il sistema operativo che sarà Android Gingerbread 2.3, con la promessa di LG di un’immediato aggiornamento ad Android ICS 4.0 entro breve.

Senza nulla togliere alla bontà hardware di questo device, che si colloca nell’attuale fascia top gamma di Android, questa promessa di LG di aggiornare in seguito il telefono ci lascia alquanto perplessi. Come un flashback ci torna alla mente quando circa un’anno fa veniva presentato Optimus Dual, primo smartphone al mondo con processore dualcore, nato con Android 2.2 Froyo e con la promessa fatta da parte della casa coreana di aggiornarlo nelle settimane successive al rilascio a Gingerbread 2.3. Come tutti saprete, sono passati molti mesi prima che questo smartphone fosse aggiornato, nonostante soffrisse di numerosi problemi al software, creando scontento da parte dei consumatori attratti dal telefono anche (e forse sopratutto) dal fatto di disporre a breve della nuova distribuzione Android nel loro nuovissimo smartphone dualcore.

Stessa sorte anche per i fratelli Optimus 3D e Black, e ora che tutte le case produttrici Android si stanno preparando ad aggiornare i loro smartphone alla nuova distribuzione 4.0, tutto sembra tacere in casa LG, tranne un enigmatico “li aggiorneremo” che lascia presagire ancora mesi e mesi di attesa.

Non stiamo dicendo che questo Optimus Vu sarà un disastro, ma le basi non sono solide e solo un netto cambio di rotta della casa coreana potrà rendere competitiva la sua gamma Optimus. Fra una settimana ci sarà il MWC, e questo nuovo “smart-let” sarà ovviamente a disposizione per delle  prove. Vedremo se le nostre paure saranno fondate, oppure se di fronte a noi ci sarà una nuova LG, pronta a sbaragliare la concorrenza!