Sono passati solo pochi giorni da quando Google ha introdotto Bouncer, un nuovo sistema di controllo per rilevare il codice malevolo presente nelle applicazioni prima che queste vengano pubblicate sul Market, salvaguardando così la sicurezza di migliaia di utenti.

Proprio oggi siamo venuti a sapere che un docente della University of North Carolina, assieme al suo team avrebbe sviluppato un nuovo malware da lanciare sul Market che, risultando inizialmente invisibile a qualsiasi sistema di scansione, sarebbe in grado di intrufolarsi nei sistemi degli utenti colpiti, per poi (solamente nei giorni pari) inviare i loro dati personali sotto forma di codice ad un server remoto. Tra i dati a rischio ci sarebbero gli SMS, il registro chiamate, i pacchetti dati e perfino le registrazioni delle conversazioni telefoniche effettuate dall’utente.

Questo nuovo malware è quindi in grado di eludere i sistemi di sicurezza di Google, poiché l’infezione ha inizio soltanto dopo l’effettiva installazione del programma all’interno del dispositivo colpito, non venendo così identificata prima, come applicazione contenente codice malevolo.

Un portavoce di Google dichiara che poichè la minaccia non viene riscontrata all’interno del market ufficiale, non rientra nella zona di controllo che Google sta cercando di far rispettare.